top of page

AGNONE

Città d'Arte

La storia

La storia della cittadina di Agnone risale all'epoca romana, quando la città era conosciuta come "Agnunum" e faceva parte della regione della Sannio. Durante il Medioevo, Agnone fu contesa tra vari signori e famiglie nobiliari, tra cui i D'Aquino, i Caracciolo e i Caldora;

nello stesso periodo furono inoltre costruite numerose chiese e edifici storici, come la Chiesa di Santa Maria Assunta, il Palazzo San Francesco e il Palazzo della Corte.

Durante il Rinascimento, Agnone conobbe un periodo di grande splendore artistico, grazie all'influenza degli artisti locali e delle scuole d'arte italiane. La città divenne un importante centro di produzione di ceramiche artistiche, dipinti e sculture.

Oggi, Agnone è una città d'arte che ospita numerosi musei, gallerie d'arte e monumenti storici, tra cui la famosa Pontificia Fonderia Marinelli, simbolo della città. La città è nota anche per la lavorazione artigianale del rame, tramandata dai Mastri Artigiani.

Tradizione Casearia

Agnone è una città situata nella regione del Molise, in Italia, nota per la produzione di formaggi di alta qualità. La tradizione casearia di Agnone risale all'epoca romana, quando la città era famosa per la produzione di formaggi a base di latte ovino e caprino.

Durante il Medioevo, Agnone fu contesa tra vari signori locali e famiglie nobiliari, ma la produzione casearia continuò a prosperare. Nel corso dei secoli, i caseifici di Agnone svilupparono tecniche e segreti di produzione tramandati di generazione in generazione, che permisero di ottenere formaggi di alta qualità, apprezzati in tutto il mondo.

Nel XIX secolo, la produzione casearia di Agnone si diffuse a livello industriale, con la creazione di numerosi caseifici moderni che adottarono tecniche innovative per migliorare la qualità e la resa dei formaggi.

Artigianato.jpg
formaggiaio.jpg
bottom of page